The Bridge

di

Esce questo week end uno dei film più dolorosi (e anche cinici, perché mai ho visto una telecamera così gelida e cinica) dell’anno scorso, the Bridge. Le telecamere sono puntate sul ponte, seguono persone che camminano, indugiano, pensano. E a un certo punto, da quel ponte, si gettano nel vuoto.

E’ un film che ti lascia con un profondo senso di solitudine e di sgomento, molte, moltissime domande e poche risposte, che forse nemmeno ci sono. E credo che vada visto.

Io l’ho visto lo scorso novembre a Roma e ne parlavo qui.

link: Oggi sul corriere

Potrebbero interessarti

0 Commenti

amelia Maggio 2, 2007 - 10:28 pm

ecco. bravo il mio quasi collega.

Reply

Lascia un commento

Consenso gdpr (alcuni dati verranno salvati al solo fine di tener traccia dei commenti stessi)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.