Dove dormire a Kyoto (spendendo poco)

di Patrick Colgan

Dove dormire a Kyoto? Qual è il quartiere migliore per alloggiare nell’antica capitale? La domanda è frequente, ma non c’è una risposta univoca. Kyoto, infatti, è una città vasta e ogni zona ha pregi e difetti.

In un primo viaggio, volendo vedere i posti più famosi, forse la soluzione più comoda è quella di scegliere un alloggio vicino alla stazione. Ma in realtà altre zone hanno pregi che dovreste considerare. Proverò a spiegarveli.

Faccio anche una premessa: ho aggiornato più volte questo post (l’ultima nel 2022), ma purtroppo la pandemia ha provocato molte chiusure di attività legate al turismo. Potrebbe essermi sfuggito qualche indirizzo che nel frattempo ha chiuso e me ne scuso anticipatamente.

L’indice:

Come è fatta Kyoto

Vediamo come è fatta la città con questa cartina (c’è anche nel post su come spostarsi a Kyoto quindi se ve la ricordate saltate pure al prossimo punto): Kyoto è in una specie di catino’ circondata da colline e attraversata sul fianco destro dal fiume Kamogawa. Il punto A è la stazione, mentre il punto B è l’incrocio fra Karasuma, la via che taglia in verticale Kyoto, e Shijo dori, orizzontale: questo è il centro della città.
I negozi e i locali però sono più a est, nella zona delle strade Kawaramachi e Kiyamachi. Dico subito. Per me la zona ideale è pressapoco nel triangolo formato dalle zone A, B e C

  • C è il santuario Yasaka, cuore di Gion il quartiere antico e ‘inizio’ della zona di Higashiyama, i monti orientali (quella macchia verde che vedete a destra)
  • D è il Kinkaku-ji, il famoso Padiglione d’oro, che come vedete è lontano da tutto
  • E è il Fushimi Inari Taisha, il famoso santuario con migliaia di torii, le porte rosse che segnalano l’ingresso nei luoghi sacri dello scintoismo
  • F, a ovest, è Arashiyama, zona di templi, santuari e della più famosa foresta di bambù che avrete sicuramente visto in foto.

Che tipo di alloggio scegliere

futon e tatami
Per me in Giappone un futon e un tatami sono irrinunciabili (foto di Patrick Colgan, 2016)

Kyoto è una città tradizionale e quindi l’ideale sarebbe dormire in un ryokan e dormire su un futon srotolato sul tatami.   Purtroppo è anche una città cara e quindi più che altrove personalmente tendo a privilegiare i posti più economici e mi capita di scegliere capsule hotel oppure ostelli.

Le opportunità, se potete spendere, sono però innumerevoli, da costose machiya, antiche case tradizionali in affitto, a ryokan raffinatissimi con elegenate cena kaiseki dove spendere facilmente 500 euro in più a notte e ben oltre. Io mi concentrerò sulle sistemazioni economiche o con prezzi medi.

Le mie sono solo proposte, assolutamente non esaustive: ovviamente cercate e magari troverete anche di meglio.

⇒⇒ per una panoramica sui tipi di sistemazione in Giappone (cos’è un ryokan?): dove dormire in Giappone

Una nota a scanso di equivoci: sono tutti alberghi scelti personalmente e in modo indipendente, non sono scelte sponsorizzate o influenzate in alcun modo se non dalla mia esperienza nell’arco di undici viaggi a Kyoto (nei quali spesso ho dormito anche in due o tre alberghi diversi dal momento che spesso sostavo in città in diverse parti del viaggio).

Dove dormire a Kyoto

Fra stazione e centro

I pregi sono principalmente i collegamenti. Dalla stazione infatti partono i treni per Arashiyama e Fushimi Inari Taisha, ma anche per le classiche visite in giornata a Nara e Uji. E poi partono i bus che vanno al Padiglione d’oro e verso Higashiyama. E’ una zona invece un po’ più scomoda se volete uscire la sera perché la vita della città sta da tutt’altra parte. Io preferisco stare a nord est della stazione, vicino al canale Takasegawa: la zona è tranquilla e affascinante e da lì il centro è raggiungibile in maniera comoda a piedi. E la stazione non è troppo lontana.

Ricordate quel triangolo di cui parlavo poco sopra? Ecco, per me la zona ideale è questa, fra stazione centro.

Vicino alla stazione (punto A)

  • Hana Hostel. A soli cinque minuti a piedi dalla stazione, camerate miste confortevoli e stanze private
  • Piece Hostel. Altro ostello moderno e accogliente attaccato alla stazione.

Dietro la stazione: zona non bella, ma può essere comoda.

  • Sakura Terrace. Hotel molto grande e confortevole. E’ dietro la stazione, a 10 minuti a piedi. E ha una fermata della metro di fronte per andare in centro. Valido se offre buone offerte, a prezzo pieno un po’ caro.
  • The Garnet. Altro hotel a sud della stazione, valido.

A nord  della stazione (nel triangolo verde della cartina): la mia zona preferita, come ho spiegato.

  • Yadoya Hiraiwa ryokan. A nord est della stazione, in una zona tranquilla ma molto comoda. Ryokan essenziale ed economico.
  • Kyomachiya Ryokan Urushitei. A nord est della stazione. Non sarà il miglior ryokan di Kyoto, ma è un livello sopra quelli economici: ha fascino, un prezzo discreto ed è in una zona di Kyoto non lontana dal centro né da Gion. Arrivare in stazione è un po’ più laborioso, ma a Kyoto alla fine è bello camminare.
  • Ryokan Shimizu. Altro ryokan economico a nord ovest della stazione.
  • Ikoi no ie. A nord ovest della stazione Io gli ho dato una sufficienza stiracchiata. Ha pro e contro. Si tratta di una rete di ryokan e appartamenti in una bella zona vicina alla stazione con un’unica reception e varie aree comuni. Lo staff è accogliente e gentilissimo, ma non tutte le stanze (alcune con cucina) sono dello stesso livello.
    Le recensioni sui siti ultimamente sembrano migliori.

Zona Kawaramachi (centro)

Questa è la zona per chi vuole uscire la sera e ‘vivere’ la città anche di notte. Come pregi ha la vicinanza a Gion e Higashiyama sud, raggiungibili a piedi se amate camminare. I collegamenti sono buoni: sulle grandi strade Sanjo dori e Shijo Dori ci sono numerosi autobus e Kawaramachi ha anche una stazione della linea Hankyu che pochi yen vi porta addirittura nel centro di Osaka in 40 minuti.

Il centro moderno di Kyoto: Shijo Dori
Il centro moderno di Kyoto: Shijo Dori (foto di Patrick Colgan, 2016)
  • Ryokan Nakajimaya. Adorabile, semplicissimo, minuscolo ryokan (tre stanze e una reception comune, niente di più) a gestione famigliare in posizione eccellente. Accoglienza calorosa. L’unico difetto è che chiude le porte alle 23 (in realtà anche prima).
  • Nine Hours. Capsule hotel futuristico (purtroppo ha chiuso)
  • Prime pod. Capsule hotel su Sanjo Dori, di fronte a Kiyamachi, la via dei locali notturni. Prezzi eccellenti e bella vista sulla città di notte dall’ottavo piano. Un po’ macchinosa l’organizzazione.
  • Sanjotakura Hibiki Guesthouse. Propone sorta di appartamentini con cucinotto, molto semplici e purtroppo in stile occidentale. I prezzi però sono ottimi.
Nine Hours Kyoto
Nine Hours Kyoto, foto dal sito (courtesy Nacasa & Partners)
Kiyamachi vista dal Prime Pod
Kiyamachi vista dal Prime Pod: una striscia verde nel centro cittadino. Sono ciliegi e in primavera è tutto bianco e rosa (foto di Patrick Colgan, 2018)

Dormire a Gion e in zona Higashiyama

E’ un’ottima zona per alloggiare a Kyoto, a est del fiume Kamogawa. Più verde a nord, vicino al padiglione d’argento, più ‘trafficata’ dai turisti a sud e vicino a Gion, l’antico quartiere delle geisha e delle vecchie case di mercanti. E una zona’ a ridosso delle splendide colline orientali e vicina ad alcuni dei posti più belli della città: Padiglione d’argento e passeggiata del filosofo (parte nord), Santuario Yasaka e giardino Maruyama, tempio Kyomizudera (parte sud). I trasporti sono forse leggermente più complicati, ma il fascino della zona è davvero intenso.

In questa cartina in verde c’è la zona di Higashiyama, in giallo c’è, più o meno, la zona di Gion. Per farvi un’idea della zona potete leggere il bel racconto di Stefania: due passi fra Hihashiyama nord e sud.

  • Kyoto Inn Gion.Non siamo proprio a Higashiyama, ma Gion. Simpatico alberghetto in ottima posizione.
  • Guesthouse Engawa. Qui siamo a Higashiyama sud, vicino al Kyomizudera, zona con molti siti fra i più belli di Kyoto.
  • Santiago Guesthouse. Tipo ostello, a Higashiyama sud, economici posti in dormitorio.
  • Book and bed. E’ tipo un capsule hotel, ma non lo sembra. La foto l’avete vista tutti, i letti sono all’interno di una libreria. Molto bello (ma un po’ più caro di normali capsule).
Dove dormire a Kyoto? Higashiyama è una zona di grande fascino. Questo è l'inizio del sentiero della filosofia
Dove dormire a Kyoto? Higashiyama è una zona di grande fascino. Questo è l’inizio del sentiero della filosofia (foto di Patrick Colgan, 2018)

Le ‘follie’ a Higashiyama

Volete rendere davvero speciale il vostro viaggio? Vi propongo un bellissimo ryokan e un alloggio in un’antica casa di mercanti, un’affascinante machiya, fra Gion e Higashiyama.

  • Yoshida Sanso.  Uno spettacolare ryokan su un’altura di Higashiyama nord, prezzi molto alti (e qualità conseguente)
  • Iori Machiya Stay. Antiche case di mercanti a Gion, bellissime. Ci sono varie proposte di questo tipo in città, ma i prezzi sono elevati.

Altre zone di Kyoto

Dovevo fornire indicazioni e non scrivere un’enciclopedia, quindi ho fatto selezione. Ci sono molti alloggi anche nella zona a nord del castello Nijo-jo (e della stazione Nijo): è una zona bella, con parti popolari e altre più eleganti, generalmente poco turistica e con alcuni posti molto interessanti (il tempio Daitokuji, la zona tessile di Nishijin, il quartiere di geisha di Kamishichiken… per non parlare del Padiglione d’oro) ma non è ben collegata. Se girate in bici però potete sicuramente prenderla in considerazione.

Un’altra possibilità è Arashiyama, che merita sicuramente un giorno o anche due: sarete però a una ventina di minuti dalla stazione e quindi è una scelta che in genere non prendo in considerazione.

In una casa di campagna

Infine, se volete alloggiare in una casa di campagna a Kameoka, nei pressi di Arashiyama (in stile minshuku), vi consiglio caldamente di alloggiare da Fukiko-san: non sarà un semplice alloggio però, ma una vera immersione nella vita di paese, in campagna. Riceve dalla primavera all’autunno e vi consiglio di passarci almeno una notte soprattutto se fate quattro giorni pieni o più nella zona di Kyoto.

Lontano ma di grande fascino: alloggiare in un tempio zen a Kyoto

Siamo nella zona ovest di Kyoto, all’interno del bellissimo complesso buddhista del Myoshin-ji. Alloggiare nella foresteria del tempio zen Shunko-in, è un’esperienza indimenticabile, tanto più che i prezzi sono più che ragionevoli. Propone anche lezioni di meditazione zen e bici gratuite per gli ospiti. E’ fuori mano ma praticamente davanti alla stazione JR di Hanazono (10 minuti per la stazione centrale). E in bici si arriva un po’ ovunque. ci sono stanze sia in stile occidentale che giapponese.

A Kyoto ci sono altre possibilità per alloggiare in un tempio, ma questa è secondo me la migliore e più accessibile.

All'interno del complesso del Myoshin-ji (
All’interno del complesso del Myoshin-ji (foto di Patrick Colgan, 2016)

Altri link utili su Kyoto