Quanto costa un viaggio in Giappone

di patrickcolgan

Quanto costa fare un viaggio in Giappone? Provo a rispondere a questa domanda (risposta breve: dipende, ma meno di quel che pensate)

Jorakuji, Konan Sanzan

Jorakuji, Konan Sanzan (foto di Patrick Colgan, 2016)

Dopo dodici viaggi chi mi conosce pensa che il Giappone stia diventando davvero una fissazione. In realtà dopo anni passati a seminare decine di bandierine sulle cartine geografiche ho capito che non volevo restare sulla superficie, che sentivo di voler conoscere qualcosa di più di questo Paese per il quale provavo un’intensa nostalgia. Alcuni viaggiatori non lo capiscono, questo ripercorrere i propri passi. Loro non vedono l’ora di scoprire un nuovo Paese, magari con una toccata e fuga superficiale. E invece tornare è bello. E tornare in Giappone mi ha cabiato la vita.

E ora scendiamo nei dettagli: quali sono i costi di un viaggio in Giappone e come si può spendere il meno possibile? Come ho fatto a tornare tanto volte visto che non ho vinto il Superenalotto?

⇒⇒ A proposito: ho scritto un post sulla bellezza di tornare in Paesi e città già visitati

Viaggio in Giappone low cost (o quasi)

Innanzitutto chiariamo una cosa. Nonostante ci sia una quantità immensa di siti che offrono aiuto, suggerimenti, consigli, il Giappone non è un Paese difficile in cui viaggiare. E non è nemmeno particolarmente caro. Lo era certo negli anni ’90, ma ormai da molti anni è cambiato tutto anche se il Paese continua ad avere questa fama di posto costoso.
Il cambio euro/yen fluttua spesso ma non è sfavorevole come un tempo e i biglietti aerei sono relativamente economici.

Che budget si deve prevedere? Adattandosi molto e con un po’ di fortuna due settimane si possono fare con 1.600-1.700 euro tutto compreso. Una cifra più facile entro cui mantenersi è sui 2000 euro o poco più. Se volete dedicarvi a shopping e regali i costi aumenteranno sensibilmente.

Vediamo i costi di un viaggio in Giappone nel dettaglio

Tenryuji, Arashiyama

Lo splendido giardino del Tenriyu-ji ad Arashiyama, Kyoto (foto di Patrick Colgan, 2015)

I voli per il Giappone

Considerate circa 550 euro di biglietto aereo. Si può spendere meno, ma anche di più. Le compagnie che ho usato sono Alitalia, Klm, Turkish Airlines, Lufthansa, ma anche Aeroflot ha ottimi prezzi. Ho prenotato spesso anche molto a ridosso della partenza, fuori stagione, trovando sempre prezzi accettabili.
In luglio e agosto e per le Feste natalizie i voli per il Giappone costano di più e conviene muoversi per tempo per non dover pagare 7-800 euro o anche di più. Qui spiego come cerco i biglietti aerei sui comparatori di prezzo e sui siti delle compagnie.

Per un primo viaggio consiglio, se possibile, di arrivare a Tokyo e ripartire da Osaka (o viceversa). In genere i prezzi non sono più cari rispetto ai biglietti in cui si usa un solo aeroporto. Cercate su Skyscanner (o Momondo, o Kayak…) con la modalità ‘volo multi destinazione’. In genere non costa di più. Questo, come altri aspetti, sono toccati nel post sull’itinerario di viaggio.

I treni

Calcolate per i treni principali 220 euro (29mila yen). Questo è il costo (al cambio del momento in cui scrivo) del Japan rail pass, un pass ferroviario spesso fondamentale: se prenderlo o meno sarà affrontato nel post sull’itinerario. Ho scritto anche una piccola guida a questo pass.
Prenderete anche altri treni e metropolitane, certo, il Giappone è tutto un su e giù dai treni, ma il costo principale è questo.

Il costo degli alberghi in Giappone

Pernottare non è particolarmente caro. Potete considerate circa 40 euro a testa a notte, o meno. Per le doppie il prezzo ‘target’ a Tokyo e Kyoto è di 80 euro. Se siete soli e volete dormire in albergo spenderete mediamente un po’ di più, ma questo succede ovunque.

Lasciamo perdere il couch surfing, che a Tokyo non è così diffuso anche per le dimensioni degli appartamenti. Fra airbnb e alberghi le opzioni sono tante. Negli alberghi in stile occidentale le stanze spesso sono piccole, ma sono affidabili e confortevoli . Poi  ci sono i ryokan, le pensioni in stile tradizionale che vanno da quelle più lussuose a quelle più economiche, dove si dorme nel futon, srotolato sul tatami (spesso con i bagni in comune). Se si vuole spendere ancora meno.  Ci sono gli strani capsule hotel (nemmeno così economici, a volte) ma si possono trovare ottimi prezzi negli ostelli o nelle guesthouse. Io, personalmente, non rinuncio mai al tatami e preferisco i ryokan.

Ho scritto un post in cui spiego nel dettaglio tutti i tipi di sistemazione: dove dormire in Giappone.

Ci sono metodi anche estremi per risparmiare sui pernottamenti. Se cercate soluzioni un po’ estreme volete spendere ancora meno e vi accontentate di una poltrona reclinabile potete anche dormire in un internet cafè (non sto scherzando) e risparmiare sull’albergo spostandovi fra le città con i comodi bus notturni invece che con il treno. Risparmiare quindi si può,

Pianificate in anticipo. Infine, un consiglio: se volete pernottare nei posti col miglior rapporto qualità-prezzo prenotate presto, specie a Tokyo Kyoto sulle quali ho scritto due post specifici con molti dei miei posti preferiti.

Spese per pasti ed extra

Tokyo è stata per anni la città più cara del mondo. Ma vi sorprenderà scoprire che per un turista i costi sono tutt’altro che proibitivi.
Mangiare non è caro: ve la potete cavare davvero con pochissimo se vi accontententate di mangiare spesso gli ottimi ramen (anche solo 700 yen, 5 euro) o soba. Da Nakiryu, ristorante di ramen con stella Michelin potete mangiare benissimo e a sazietà per l’equivalente di 10 euro.

Oppure, se volete spendere ancora meno, nelle catene di gyudon (riso e carne) come Yoshinoya o Matsuya.

Ma anche ottimi ristoranti a pranzo propongono menù completi a 1000-1500 yen (8-12 euro), anche di tempura (come Tsunahachi) o di sushi. Per una selezione dello chef in un ristorante di sushi al mercato del pesce potreste spendere fra 4000 e 6000 yen (30-50 euro). Attenzione però: appena si sfiora l’altissima cucina si arriva rapidamente a 150-200 euro per un pasto completo. Qui una piccola guida alla gastronomia di Tokyo.

Soba (tagliolini di grano saraceno) con verdure e yuba

Soba (tagliolini di grano saraceno) con verdure e yuba, un derivato del tofu (foto di Patrick Colgan, 2017)

Per i trasporti all’interno delle città considerate, arrotondando per eccesso, circa 600 yen al giorno (è il costo del pass per i bus a Kyoto, mentre un pass di 3 giorni per la metro di Tokyo costa meno, 400 al giorno).

Ovviamente souvenir ed extra faranno lievitare rapidamente i costi. Difficile, specie al primo viaggio, tornare a mani vuote!

Wi-fi e internet

Secondo me non è certo fondamentale essere sempre collegati, ma è sicuramente utile anche per orientarsi visto che google maps in Giappone non si può usare off line. E, visti, i prezzi perché non prendere almeno una sim dati giapponese?

Una sim dati da 5gb che dura 21 giorni costa poco più di 3400 con Bmobile.

Prenotare il router wifi

Se siete in gruppo è sicuramente più conveniente il router wi-fi, per esempio quello di Ninja wifi. Ci sono opzioni con giga illimitati ad appena 7 euro al giorno. Se volete risparmiare ci sono poi anche reti gratuite e app utilizzabili offline. Ho trattato l’argomento in maniera più approfondita qui: wifi in Giappone (e lì trovate anche un link con sconto).

Concedetevi qualche lusso

Non dimenticate che l’ospitalità e la cucina sono fra le cose indimenticabili di un viaggio nel Paese del Sol Levante: concedetevi almeno un pernottamento in un ryokan di medio/alto livello o in un minshuku (sorta di guesthouse/bed & breakfast tradizionale, di solito a mezza pensione) e prevedete una spesa più alta per un ristorante per un pranzo in un ristorante di un certo livello.

E qual è il periodo migliore?

Vi starete chiedendo qual è il miglior periodo per andare in Giappone: tutte le stagioni sono adatte (o quasi). In un post ho scritto in dettaglio le caratteristiche di ogni stagione e qualche suggerimento per l’itinerario: le stagioni del Giappone. In agosto il viaggio vi costerà probabilmente un po’ di più.

Conclusioni: quanto costa un viaggio in Giappone?

I conti per un viaggio tipo di 14 giorni sono presto fatti:

  • 550-600 euro per il volo
  • 220 euro per il Japan rail pass
  • 80/90 euro al giorno fra albergo (12 notti), pasti, trasporti (compreso qualche lusso)
  • 30 euro per una sim dati

Il totale, arrotondato per eccesso, è di circa 1800/1900 euro. Ma se dormite in ostello o in capsule hotel in bassa stagione, avete fortuna col biglietto aereo, fate poco shopping e vi concedete pochi lussi potete spenderne tranquillamente 1600 o meno.

Infine, un’alternativa è quella di accorciare un po’ il viaggio: le spese fisse come i voli incidono fortemente ma vale comunque la pena di fare in Giappone anche solo dieci giorni. E i costi ovviamente si riducono.

Gli altri post: come organizzare un viaggio in Giappone

  1. Quando andare in Giappone? Le stagioni
  2. Viaggio in Giappone: l’itinerario
  3. Quanto costa un viaggio in Giappone
  4. Viaggio in Giappone: dove dormire
  5. Piccola guida agli onsen
  6. Piccola guida al Japan Rail Pass
  7. Giappone: dieci luoghi emozionanti

Potrebbero interessarti

19 Commenti

alberto Gennaio 7, 2013 - 7:16 pm

Ottime dritte, un vademecum utilissimo

Reply
passoinindia Gennaio 7, 2013 - 10:40 pm

Mai stata lì… ma se andrò te lo farò sapere.

Reply
claudiagarage Gennaio 8, 2013 - 9:33 am

il Giappone, che invidia! condivido la tua idea, tornare è bello. tu hai fatto couchsurfing in Giappone? mi hanno detto che è il paese in cui è più difficile trovare qualcuno che ti ospiti….

Reply
patrick Gennaio 8, 2013 - 11:55 am

Mai fatto couchsurfing, ma conosco chi lo ha fatto! A giustificazione dei giapponesi (veramente molto, molto ospitali) va detto che le abitazioni, in particolare a Tokyo sono estremamente piccole, a un livello anche difficilmente immaginabile per un occidentale…
E’ un Paese che non lascia indifferenti, un viaggio da fare, davvero!

Reply
Lia Gennaio 10, 2013 - 5:42 pm

Andro’ in Giappone in Aprile.
Probabilmente con un Tour Operator.
Non ho ancora scelto l’itinerario .
Vorrei unire un itinerario “Classico” ( Tokyo, Nikko, Takayama, Kanazawa, Kyoto e Nara) a un’altro un po’ più’ particolare
o
“I Templi dello Skikoku”
(Takamatsu, Anrakuji, Iya Onsen, Lotohira e Dogo Onsen
o
Fukuoka, Nagasaki, Unzen, Kumamoto e Beppu
Cosa ne pensi ? hai suggerimenti oltre a quelli che già’ hai elencato sopra ?

Reply
patrick Gennaio 10, 2013 - 6:31 pm

Lia: Ti faccio prima una domanda: quanti giorni hai in programma di viaggiare? Perché in realtà il solo itinerario classico prenderà facilmente almeno una dozzina di giorni a meno di non correre. E non consiglio di correre troppo perché alcuni posti meritano di essere scoperti e quindi un po’ di tempo .Tokyo merita almeno tre-quattro giorni, se non di più (tieni conto anche del fatto che gli spostamenti all’interno della città saranno comunque lunghi). Kyoto altrettanti. A Nara si può fare un giro in giornata ma a Kanazawa per me un giorno non basta: così siamo già a 8-9 giorni. Se vuoi andare a Takayama, anche lì un giorno è un po’ uno spreco, considerando che è vicina a Kanazawa ma un po’ distante da tutto il resto.

Io ti consiglio Hiroshima: non è una città particolarmente bella, ma merita almeno due giorni perché è davvero ricca di cose da vedere e da fare. E c’è Miyajima con il tempio di Itsukushima. Fra i posti che non hai citato amo anche Kamakura, con i suoi templi, la sua strana atmosfera, il mare.

A proposito di templi: consiglio di non esagerare, si non farne il centro della visita: a Kyoto e Nara (e Hiroshisma, se ci vai) farai il pieno di spiritualità, storia e bellezza. Ma rischia di diventare tanto, troppo (solo a Kyoto mi vengono in mente almeno una dozzina di templi imperdibili). Ma il Giappone è anche e soprattutto altro.

Onestamente: non sono stato in Shikoku e conosco poco il Kyushu. Però Fukuoka non l’ho trovata particolarmente interessante (se non forse per il tonkottsu ramen). A me piace molto l’Hokkaido, ma meriterebbe un viaggio a sé.

Scusa se sono stato un po’ prolisso ma la domanda era aperta. Se hai altre domande, sono qui.

Sto lavorando a un post sulle possibilità di pernottamento e uno sulle cose secondo me imperdibili, almeno in un primo viaggio. Li pubblicherò nei prossimi giorni.

Reply
Marco Togni Gennaio 14, 2013 - 6:48 am

Ottimo post! 🙂

Reply
Simona Aprile 2, 2013 - 2:06 pm

io solitamente lo compro dalla HIS europe italy ha sempre i prezzi più buoni per il Japan Rail Pass

Reply
Beatrice Gennaio 27, 2014 - 5:18 pm

Davvero degli ottimi consigli!! Io e una mia amica vorremmo andare in Giappone nel periodo natalizio per circa una ventina di giorni.. hai qualche consiglio da darci? magari anche su come risparmiare sul viaggio! ho iniziato a dare un’occhiata ai prezzi ma ovviamente in quel periodo ancora non c’è molto..

Reply
patrick Gennaio 27, 2014 - 5:26 pm

Beatrice, nel blog c’è già molto, ma se vuoi altri consigli o hai domande precise mandami una mail a patrick.colgan chiocciola gmail.com o dalla pagina facebook di Orizzonti!

Reply
NB Giugno 11, 2014 - 11:10 pm

Ciao , spero sarai tanto gentile da darmi qlc dritta..

vorremmo fare questo itinerario. per il Japan Rail Pass cosa ci consigli?

se hai inoltre altre cose meritevoli di visita per sfruttare al massimo gli ultimi 5 giorni ti sarei grato. Senza andare fino a Okinawa non sappiamo bene se ci sono spiagge meritevoli, pensavamo la penisola di Izo e traghetto da li verso Oshima.

ITINERARIO (4.7-01.08.2014)

1 arrivo a Tokyo Narita

2-3-4 Tokyo

5 Tokyo-kamakura /yokohama

6 Tokyo-nikko (varrebbe la pena andare a Kawaguchiko?)

7 Tokyo-Fuji

8 Tokyo-penisola Izu e Hakone

9 trasf a Kyoto

10 Kyoto

11 Kyoto: scelta tra Takayama con villaggio Hida, Amanohashidate, Uji, Takamatsu (Shikoku).

12 Kyoto + fushimi inari

13 Kyoto + nara

14 Kanazawa

15 Takayama (escursione a Shirakawa-go)

16 Osaka

17 Kobe

18 Hiroshima / miajima (isola, porta rossa)

19 Tokyo (quartiere Himokitazawa)

20

21

22

23

24

25 partenza Narita

Reply
patrick Giugno 18, 2014 - 1:39 pm

Ciao! Andiamo per punti (ma scrivimi una mail la prossima volta, l’indirizzo lo trovi nella descrizione del blog a pié pagina, oppure tramite facebook)
1) Tokyo-fuji cosa significa? Volete salire in cima? E allora un giorno potrebbe non essere sufficiente perché servono solo 10 ore per salire e scendere e andrà speso almeno un pernottamento
2) Volete andae a Takayama in giornata facendo base a Kyoto l’11? Non capisco il senso, visto anche che a Takayama ci tornate. A me Takayama piace molto, ma l’Hida minzoku village è un po’ un doppione di Shirakawa-go. In realtà il modo migliore per vedere le case ‘gassho zukuri’ sarebbe pernottare a Shirakawa-go o in uno degli altri villaggi-museo perché l’esperienza è proprio viverci e dormirci in quelle case. Se non pernottate forse basterebbe il villaggio Hida. Ad Amanoshidate non sono stato ma dev’essere piuttosto bella
3) Non so cosa cercate in Giappone e cosa vi affascina di più. Ma uno solo giorno pieno a Kyoto per me è troppo poco, e ve ne accorgerete. Io ho fatto sei viaggi in Giappone, a Kyoto sono sempre andato ed è la mia città preferita. Non solo, scopro sempre nuove cose anche dopo averci passato – sommando i giorni che ci ho passato – quasi un mese. Kyoto fra l’altro è molto estesa come città e difficilmente riuscirete a vedere più di due-tre cose.
4) a Hiroshima passerei almeno due giorni, perché Miyajima richiede un giorno e poi ci sono il parco della Pace e il museo da vedere (se ne va un’altra mattina). Tieni conto che poi il ritorno a Tokyo direttamente sarà lunghetto
5) vi consiglio sicuramente il monte Koya, uno dei posti più belli del Giappone e l’ideale per fuggire dal caldo http://patrickcolgan.wordpress.com/2014/06/14/una-notte-al-monte-koya/
6) A Okinawa non si va (solo) per le spiagge, ma anche per fare snorkeling/immersioni e per vedere una cultura completamente differente, mangiare cose diverse, vivere un’atmosfera unica. L’unico problema potrebbe essere l’affollamento, in agosto, ma potreste provare per esempio Ishigaki-taketomi-Iriomote nell’arcipelago Yaeyama http://patrickcolgan.wordpress.com/2014/05/25/a-taketomi-in-mezzo-alloceano/

Se hai altre domande sono qui, o in mail (in cambio ti chiedo solo un ‘mi piace’ alla pagina facebook, anche per tenerci in contatto :D)

Reply
Nakaj Ballerini Giugno 19, 2014 - 11:26 pm

Ciao, grazie per la pronta risposta. la nostra è un po più lenta proprio perché abbiamo tentato di modificare l’itinerario con le tue indicazioni.

abbiamo comunque qualche domanda, oltre la richiesta di rivedere quello nuovo.

– che Japan rail pass ci consigli con questo itinerario?
– meglio cambiare i soldi qui o in giappone? su alcuni blog dicono una cosa e su altri l’esatto opposto
– andare a vedere la pesca con i cormorani (Ukui) a Inuyama vicino a Nagoya vale la pena? so che lo fanno anche in altri posti. mi sembrava una cosa interessante
– con questo itinerario ci stiamo dentro per il Tateyama Kurobe alpenroute? non siamo in chiaro sul punto di partenza e di arrivo. vorremmo tenere Shirakawa-go come paese di appoggio per poi spostarci nella zona.
– abbiamo trovato un buon volo da osaka per Okinawa (140 euro a testa andata e ritorno a fine luglio). una volta a naha se abbiam 3-4 giorni (da vedere cosa possiamo togliere per andare li..) conviene stare sull’isola principale (se è comunque bella) oppure spostarsi nelle isole attorno. in quel caso ci domandiamo se facciamo in tempo con i traghetti.

Grazie mille!!

ITINERARIO (4.7-01.08.2014)
1 arrivo a Tokyo
2-3-4 Tokyo
5 Tokyo-kamakura /Yokohama (evening)
6 Tokyo-nikko (also Kawaguchiko?)
7 Tokyo-Hakone
8 Tokyo
9 Takayama
10 Shirakawa-go
11 Kamikochi + shinhotaka onsen
12 Tateyama-kurube alpen route
13 Kanazawa p 239
14 trasf a Kyoto  17 July Gion Matsturi
15 Kyoto
16 Kyoto + Osaka
17 Kyoto + fushimi inari
18 Kyoto
19 Kyoto
20 Nara
21 Nara + Mount Koya (o pernottamento a Koya)
22 Naoshima or Shimanami Kaido (bike)
23 Hiroshima
24 Hiroshima / miajima (isola, porta rossa)
25 Nagoya (Inuyama)
26 mt Fuji
27
28 partenza Narita

Reply
Chiara Marzo 11, 2015 - 7:22 pm

Salve Patrick,
sto organizzando un viaggio in Giappone. Premetto che è la prima volta in questo Paese e sto leggendo e rileggendo per capirci di più. Ho capito che c’è davvero tanto da vedere e sto cercando di organizzare al meglio il viaggio. Andrò a fine maggio per 9 notti. Ho in mente 6 notti a Tokyo (con eventuale escursione a Kamakura o Nikko) poi spostarmi a Osaka (dove pernotto 3 notti) e da lì vedere Kyoto ed eventuale escursione a Nara/Fushimi. Parto da Bologna e il ritorno è da Osaka. Cosa ne pensi di questo programma? Ho letto che Kyoto è molto bella e ci vuole tempo per vederla e quindi questa cosa mi sta facendo cambiare idea e decidere di pernottare a Kyoto e l’ultimo giorno spostarmi a Osaka da dove ripartire la mattina seguente. Non vorrei esagerare con il tempo passato in treno però! Inoltre vorrei chiederti (sto leggendo da vari siti/articoli ma non è del tutto chiaro)del JRP. Vorrei fare quello per 7 giorni, iniziare ad usarlo per l’escursione a Kamakura/NIkko. Copre le tratte Tokyo-Osaka, Osaka-Nara, Osaka-Kyoto e Osaka-Kansai? Per i primi giorni a Tokyo mi consigli i biglietti giornalieri della metro? Una cosa che non mi è per niente chiara è come arrivare da Nara a Fushimi partendo da Osaka. Scusa per le mille domande ma tu mi sembri la persona adatta a cui rivolgermi! Grazie mille in anticipo!
Un saluto
Chiara

Reply
patrick Marzo 11, 2015 - 8:14 pm

Ciao Chiara, ti ho già risposto in mail ma rispondo anche qui perché magari può essere utile anche a qualcun altro.

1) Dipende sempre dalle motivazioni del viaggio, ma secondo me passi un po’ troppo tempo a Tokyo. Poi magari sei un’appassionata di cultura pop giapponese e di grandi città, ma a mio avviso la proporzione va un po’ riequilibrata con tokyo. sul mio blog trovi una guida a Kyoto in tre giorni (ma proprio minima) e vedi quanto c’è da fare, vedere, vivere… Su http://patrickcolgan.wordpress.com/giappone sotto kyoto trovi tutti i link

2) Osaka e Kyoto sono ottimamente collegate, oltre che dai treni anche da una linea della metro che arriva direttamente in centro a kyoto (la stazione è più lontana) in 40 minuti. Però secondo me non ha senso pernottare a Osaka a meno che tu non abbia motivazioni particolari. E’ scomodo e perderesti molto tempo in treno.

3) Tieni conto di una cosa, che l’aeroporto del Kansai serve ugualmente Kyoto e Osaka. Per arrivare all’aeroporto del Kansai da Kyoto col treno diretto Haruka ci metti meno che andare all’aeroporto di Narita da Tokyo col Narita express. Quindi a meno che l’aereo non sia alle 7 di mattina puoi tranquillamente partire da Kyoto, magari prendendo un albergo vicino alla stazione per quel giorno, se non vuoi correre troppo.

4) Il Japan rail pass copre tutte quelle tratte che indichi, naturalmente. Copre tutti i treni della JR, non eventuali linee private che coprono alcune particolari tratte (in sette viaggi ne ho presa una una volta, solo per andare al monte Koya). Non stai tantissimi giorni quindi il tuo programma ha senso. Ma i viaggi per Kamakura e Nikko non sono comunque costosissimi quindi generalmente chi sta due settimane li lascia anche fuori dal jrp per sfruttarlo per viaggi più costosi. Per Nikko c’è anche una ferrovia privata non Jr, ma tu dovrai prendere lo shinkansen per andarci se vuoi usare il japan rail pass. Trovi tutte le combianzioni su hyperdia.com il sito fondamentale per i trasporti giapponesi.

5) Fushimi Inari è praticamente Kyoto. Sono 5 minuti in treno dalla stazione. Arrivi alla stazione centrale di Kyoto e prendi il treno per Nara che – se non ricordo male – fa lì la prima o seconda fermata. Ce n’è uno ogni quarto d’ora…

6) Per la metro a Tokyo dipende: puoi fare il giornaliero da 700 yen se hai intenzione di girare molto. Io in genere uso la carta prepagata Suica perché per me è molto comoda e posso prendere anche i treni normali (utilissimi a Tokyo per spostarsi velocemente) e non essere ‘costretto’ a sfruttare la metro.

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: