La foto del venerdì: il volo della memoria

di patrickcolgan
Memory

Hiroshima, A-Bomb dome
foto di Patrick Colgan, 2010

Non so per certo se quella che c’è nella foto sia una gru, come quelle di carta che Sadako piegava ogni giorno con le ultime forze che le rimanevano, prosciugate dalle radiazioni che la stavano uccidendo. Quelle gru di carta che continuano ad arrivare a Hiroshima da tutto il mondo come messaggio di pace. Ma non importa se sia davvero una gru, è una foto alla quale sono molto legato. Qualche volta aspettare il momento giusto per scattare una foto mi è pesato, non quel giorno. Il parco della pace di Hiroshima è stato disegnato da Kenzo Tange (sì, è anche il padre delle torri della Fiera di Bologna), un architetto famoso, ma nel parco c’è in realtà poco da vedere. I muri che vedete nella foto sono l’unica testimonianza fisica di quanto avvenne 67 anni fa, assieme a una statua annerita poco distante. Poi ci sono monumenti, tante gru di carta, e una fiamma che arde sempre. E poi c’è il museo, certo, terribile. Ma nel parco, su di una panchina,  ho passato un’intera giornata. A osservare le persone che gettavano uno sguardo veloce a quei muri spezzati o che si fermavano per una preghiera. E anche quelli che tiravano dritto tagliando tutto fuori dal loro campo visivo.

Se vai in Giappone è una visita che dovresti fare.

Link: Rischio crollo per il mausoleo di Hiroshima; libro per ragazzi il gran sole di Hiroshima

Potrebbero interessarti

0 Commenti

Patrizia Fashionfortravel Belsito novembre 24, 2012 - 12:09 pm

effettivamente ne è valsa la pena aspettare

Reply

Lascia un commento

Consenso gdpr
Do il consenso affinché vengano salvati alcuni dati (nome, mail, sito, commento), al solo fine di tenere traccia dei commenti stessi. Per maggiori informazioni su gestione e conservazione dei dati personali, consulta la privacy policy.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: