La tristezza di Sky cinema

di patrickcolgan

Sono in fase polemica. Amo Sky, ma in questo mediocre e solitario agosto cittadino mi accorgo che a un appassionato di cinema, Sky cinema non serve poi a molto, se non a scoprire quanti film pessimi e improbabili vengono prodotti ogni anno: li trovate tutti in prima e seconda serata. Gli altri, quelli decenti, se non belli, o li avete già visti al cinema, visto che di cinema siete appassionati è abbastanza normale, o li trovate a pagamento, come se già non pagaste abbastanza.

Quando poi c’è un film che vorreste, giustamente, rivedere in lingua originale non è detto che la lingua originale sia disponibile (come per ‘La pianista’ l’altra sera) o magari i sottotitoli non sono disponibili e il vostro svedese non è sufficiente a seguire i dialoghi (‘Uomini che odiano le donne’, stasera).

E allora,  il 99% delle volte, se hai voglia di guardare qualcosa metti NatGeo che, almeno quello, non delude (quasi) mai.

Potrebbero interessarti

2 Commenti

Peter Agosto 25, 2010 - 1:39 pm

raramente ho letto un post così gonfio di dolore…

Reply
patrick Agosto 25, 2010 - 1:55 pm

la solitudine agostana gioca brutti scherzi ma la scelta era fra robe del tipo ‘l’ospedale più sexy del mondo’, ‘valerie, diario di una ninfomane’ e ‘la ragazza del mio migliore amico’, ‘io e marley’ e non ricordo che altro, tipo ‘gli adoratori del male’…

e a dire il vero pure natgeo e history channel ammorbavano un po’ fra megastrutture giganti, armi del futuro e robe del genere.

per fortuna c’era la valida alternativa: un libro

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: