Sparito il Falcone maltese (di nuovo)

di patrickcolgan

La notizia è apparsa sul Corriere e non è una novità. Il falco, nei secoli, ha dimostrato una straordinaria capacità di occultarsi, di sparire, di passare di mano in mano. Questa volta a sparire è stata una copia in gesso del prezioso Falcone d’oro e diamanti. Non una copia qualsiasi, una delle pochissime utilizzate nel famoso film di John Huston del 1941 che fondò il noir e lanciò Humphrey Bogart. Un film da vedere, un capolavoro che è fra i miei preferiti di tutti i tempi. Nel film è quello che Hitchcock avrebbe chiamato il ‘macguffin’ l’oggetto, la situazione che consente alla narrazione di procedere. Tutti lo cercano nessuno lo ha.

La copia ‘trafugata’ era stata preparata dopo che la scultura originale realizzata il film, del peso di  circa 20 chili, era caduta su un piede a Bogie, con risultati poco piacevoli.

Il falco era conservato in un ristorante pieno di memorabilia di Hammett e da lì è sparito. Conoscendone la storia ci sarebbe quasi da dire che era troppo tempo che era fermo nello stesso posto.

update: accusato di cripticità da Peter ho apportato qualche modifica al post 

link: la notizia sul Corriere.it, il film ‘The maltese falcon’ (1941)

Potrebbero interessarti

0 Commenti

Peter febbraio 15, 2007 - 1:52 pm

scusi, cortesemente, potrebbe aggiungere una postilla che chiarisca a noi sani di mente il senso (apparentemente assente) di questo post? grazie. gentilissimo.

Reply
patrick febbraio 15, 2007 - 2:10 pm

dovresti aver letto hammett o visto il film… in effetti ha poco senso ma la notizia della sparizione del cimelio mi ha colpito, visto che è uno dei miei film preferiti…

Reply
Peter febbraio 15, 2007 - 4:17 pm

“accusato di cripticità da Peter ho apportato qualche modifica al post”
AHAHAHAHAHAH!

Reply
dontyna febbraio 15, 2007 - 5:54 pm

Ora son curiosa di leggere la versione criptata!!

Reply
Max Bartender febbraio 16, 2007 - 2:36 pm

Mi aspettavo di più da un giornalista

Reply
patrick febbraio 16, 2007 - 2:55 pm

@max – anche tu ti aspettavi di più dal tuo blog bolognese no?
In ogni modo da quando lavoro a Imola il mio tempo libero si è ridotto a un terzo. E non riesco più a dedicarmi al blog come vorrei.

@dontyna – non ti sei persa nulla, direi. mancava il link all’articolo nel corpo del post. e poco altro!

comunque consiglio la visione del film e la lettura di Hammett…

mi sforzerò di più nel prossimo post.

Reply
Peter febbraio 20, 2007 - 2:10 pm

MAX: sono tutte scuse. la verità è che Pat sta entrando nel giro di Bruno Vespa.

Reply

Lascia un commento

Consenso gdpr
Do il consenso affinché vengano salvati alcuni dati (nome, mail, sito, commento), al solo fine di tenere traccia dei commenti stessi. Per maggiori informazioni su gestione e conservazione dei dati personali, consulta la privacy policy.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: