Cinque cose che non sapete di me (l’autoreferenzialità a parole)

di patrickcolgan

Alla fine, dopo aver attraversato buona parte della blogosfera, il meme più autoreferenziale dell’anno (quando è partito dai blog americani qualcuno disse con sdegno: “in Italia una cosa così non si è mai vista”), è arrivato anche a me, spedito da Peter. Ci ho messo un po’ a rispondere, non credo siano cose particolarmente interessanti. Poi, a dire il vero, i miei amici queste cose, di me, le sanno già:

  1. Il mio gruppo preferito sono i Ramones. E sono stato abbastanza fortunato da averli visti dal vivo nel loro ultimo tour.
  2. Ho disdetto l’abbonamento a Topolino solo pochi anni fa. Mi dispiaceva disdirlo e ogni tanto leggevo ancora le avventure dei paperi (li preferisco di gran lunga ai topi). Ma i volumi si impilavano inesorabilmente.
  3. Ho giocato a calcio fino a 17 anni e conosco tutte le panchine della provincia di Bologna. Ci siamo capiti.
  4. Se da una parte sono un po’ disordinato, dall’altra tendo a pianificare tutto il pianificabile. Poi magari improvviso, cambio tutto strada facendo. Ma mi piace organizzare, e penso di essere abbastanza bravo a farlo, in special modo nei viaggi.
  5. Le mie maggiori paure sono: ragni e cimici. Irrazionali, fastidiose. E dire che sono animaletti così affascinanti, carini anche simpatici. Eppure la loro presenza fisica mi terrorizza. Paure che ho superato, almeno in parte, sono l’acqua profonda (non farei mai un bagno in mare aperto) e l’altezza.

Ora devo passare la catena  e taggare cinque persone. Ma sentitevi liberi di non rispondere (non me ne vogliate!): Lunanuova, Giovanni, Emanuela, Dontyna, Cristian

Potrebbero interessarti

0 Commenti

dontyna Gennaio 23, 2007 - 3:50 pm

oh! colpita e affondata! magari ci metto un po’, ma vedrò di rispondere!!

Reply
Peter Gennaio 25, 2007 - 11:35 am

panchinaro! mi facesti anche un goal, nel torneo in montagna. smacco e umiliazione che non ho ancora superato completamente..

Reply
elena Gennaio 25, 2007 - 7:07 pm

sul 4 sottoscrivo al centro per cento.. 🙂
piacere di trovare qualcuno che condivide l’apprezzamento per quel film! a presto.

Reply
lunanuova Gennaio 29, 2007 - 5:55 pm

Hey ho…

🙂

Reply
lunanuova Gennaio 29, 2007 - 5:56 pm

[edit: tra un po’ arrivo anch’io con le mie cinque…]

Reply
cinque cose « Luna Nuova Marzo 12, 2007 - 5:05 pm

[…] da Patrick (passato un bel po’ di tempo fa. Lo riprendo per giocarci un po’: troppo lavoro e niente […]

Reply
amelia Marzo 18, 2007 - 10:27 am

senti, ma per il profondo e alto, cosa hai poi fatto? sai per me cosa era il peggio del peggio? passare sopra un ponte alto su un fiume profondo.

un incubo.

(ciao, collega)

Reply
amelia Marzo 18, 2007 - 10:27 am

ah, lo è ancora.

Reply
patrick Marzo 20, 2007 - 3:44 pm

Amelia: il profondo non l’ho risolto. ancora mi terrorizza l’idea di tuffarmi in mare aperto. Il profondo mi fa davvero paura. L’alto l’ho in parte risolto, l’ho notato osservando come le mie passeggiate in montagna siano diventate via via più tranquille e baldanzose. Credo che in parte la terapia d’urto abbia funzionato. Una visita a New York con ascesa in cima all’Empire State Building e al World Trade center e un crinale montano passato praticamente ‘a forza’ mi hanno aiutato a metter tutto per così dire ‘in prospettiva’.

Reply
amelia Marzo 25, 2007 - 3:48 pm

ecco. solo leggerti mi girava la testa. comunque grazie. vedrò di diventare baldanzosa in montagna. l’ultilma volta però sono caduta venti volte.

Reply
patrick Marzo 25, 2007 - 5:12 pm

quando io avevo paura era impossibile per me cadere. infatti nei punti più pericolosi – nei quali vacillavo – mi incurvavo fino a procedere radente il suolo, talvolta anche aiutandomi con le mani. Impossibile cadere. Comunque ora non più!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: